Dintorni

La Campania vanta una storia millenaria. Le prime città furono fondate dai Greci, poi la regione divenne importante durante l’Impero Romano. Tra le principali mete turistiche troviamo Napoli con il suo centro storico, il Maschio Angioino, il Palazzo Reale, il Castel dell’Ovo, i Quartieri Spagnoli.
Altra grandissima attrazione turistica sono le isole del Golfo di Napoli, Capri, Ischia, Procida, così come Sorrento, la Costiera Amalfitana con Amalfi, Positano e Ravello, e la meravigliosa costa del Cilento.
In Campania si trovano centri archeologici di importanza mondiale quali le rovine di Pompei ed Ercolano, le ville romane di Oplontis (Torre Annunziata), l’anfiteatro romano di Santa Maria Capua Vetere, ma anche i templi greci di Paestum.

La Regione Campania ospita sei siti dichiarati Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco:

1. Il Centro Storico di Napoli
2. Il Palazzo Reale di Caserta
3. Le aree archeologiche di Pompei, Ercolano e Torre Annunziata
4. La Costiera Amalfitana
5. Il Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano con i siti archeologici di Paestum e Velia, la Certosa di Padula
6. Il Complesso di Santa Sofia a Benevento

Suggeriti in provincia di Salerno

Templi di Paestum

paestumI greci, spinti dalla ristrettezza del loro suolo fondarono delle colonie lungo le coste dell’Asia Minore e del Mediterraneo.
Le colonie lungo le coste dell’Italia meridionale come Sibari, Agrigento Velia e Paestum, designate come Magna Graecia.

Certosa di Padula

certosa_padulaLa certosa di Padula, o di San Lorenzo, è la prima certosa ad esser sorta in Campania, anticipando quella San Martino di Napoli e di San Giacomo a Capri. Fu dichiarata nel 1998 patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO assieme ai vicini siti archeologici di Velia, Paestum, al Vallo di Diano e al parco nazionale del Cilento.

Villa d’Ayala a Valva

villa_ayalaLa villa d’Ayala, a forma di castello, con torri, merli ed archi, ha intorno un Parco per una misura compresa tra i 17 e i 18 ettari di bosco, ed è interamente circondata da mura. Tutto il parco risulta disseminato di arredi quali fontane, statue, piccole architetture; di estremo interesse è il sistema di caverne e canali, probabilmente risalente ad epoca romana e con funzioni di incanalatura delle acque, che attraversa il parco nella sua estensione.

Roscigno vecchia

roscignoA causa della natura idrogeologica, costituita per di più da terreno argilloso, Roscigno fu definito “paese che cammina”. Abbandonato agli inizi del 1902 ed il 1908 per motivi di instabilità geologica, ma in realtà il vecchio abitato non si smosse. Questo paese restituisce agli occhi del visitatore d’oggi un’atmosfera quasi irreale, e conserva i suoi antichi valori storico-ambientali.

San Pietro a Corte a Salerno

sanpietroIl complesso di San Pietro a Corte si presenta come un caso di architettura stratificata; il monumento si compone di tre distinti edifici: la chiesa superiore cappella di Arechi, un vasto ambiente sotterraneo Ipogeo ed il campanile.

Giardino della Minerva a Salerno

giardino_minervaIl giardino della Minerva, sorge nel parte alta della città antica di Salerno.
Di origine duecentesca la sua configurazione attuale è settecentesca, consiste di sei terrazzi collegati da una scala panoramica costruita sulle antiche mura.

Castello di Arechi a Salerno

arechiIl Castello di Arechi è un castello medievale, situato ad un’altezza di circa 300 metri sul livello del mare, che domina la città ed il golfo di Salerno. È detto di Arechi perché la costruzione di questa fortificazione si associa, tradizionalmente, al duca longobardo Arechi II.

Fiordo di Furore

fiordo_furoreFurore è celeberrimo per il suo fiordo, ristretto specchio d’acqua posto allo sbocco di un vallone strapiombante a mare, ed accogliente un minuscolo borgo marinaro che fu abitato, tra gli altri, da Roberto Rossellini (che vi girò il film L’Amore) e da Anna Magnani.

Villa Cimbrone a Ravello

villa_cimbroneVilla Cimbrone a Ravello, comune in provincia di Salerno, è un edificio storico costruito su un promontorio roccioso a picco sulla Costiera amalfitana ed in gran parte occupato da un esteso parco, ornato di statue, antichità varie, fontane, grotte e culminante in un belvedere che mostra, specie dalla celebre Terrazza dell’Infinito, scenari di incomparabile bellezza sul Golfo di Salerno e sulle località costiere limitrofe.

© Copyright - Villaforte | Bed & Breakfast in Campania | Via Trasimeno 20, Battipaglia | Tel. e fax 0828 671980 cell. 333 9191034 • 339 2145178